Caricamento...

Un sondaggio sui primi due anni di Alternanza Scuola Lavoro, Confartigianato Vicenza: opportunità importante per studenti e imprese, ma ci sono aspetti da migliorare

A conclusione del secondo anno di Alternanza Scuola Lavoro (ASL) Confartigianato Vicenza ha voluto sapere dalle aziende com'è andata questa esperienza. Come noto, l'ASL prevede che gli studenti degli istituti tecnici e professionali svolgano 400 ore in azienda, 200 per i licei, da distribuire nell'ultimo triennio. Dopo la prima fase di avviso, con tutte le difficoltà del caso, l'Alternanza è "entrata a regime" e quindi Confartigianato ha contattato 90 aziende, quasi tutte già aderenti al progetto ASL lo scorso anno, per capire com'è andata, quali i punti critici e quali i punti di forza.

Continua a leggere

Mutuo Prima Casa: Migliori offerte marzo 2018

ArticleImage

La scelta del mutuo prima casa

Quando si vuole acquistare la prima casa e si ha bisogno di un finanziamento è possibile scegliere tra diverse proposte, sempre aggiornate, offerte dai vari istituti bancari. Per poter scegliere in maniera adeguata quale tipo di mutuo prima casa è in grado di soddisfare le proprie esigenze, è necessario prendere in considerazione una serie di parametri, che vanno dal tipo di tasso al numero di rate, dalle condizioni in caso di estinzione anticipata e molto altro. 

Continua a leggere

Scritte contro Forza Nuova, Daniele Beschin ribalta le accuse di violenza: arrivate le intimidazioni dopo le dichiarazioni di Variati. Il 24 incontro a Vicenza con Luca Previati

ArticleImage C'era da aspettarselo e puntualmente è arrivato anche in città l'odio antifascista dei centri sociali, ben spalleggiati dalle istituzioni cittadine. C'era da aspettarsi che, dopo la grandissima carnevalata orchestrata dal sindaco di Vicenza Achille Variati, sul vietare gli spazi a chi non è antifascista, qualche baldo giovane o vecchio sessantottino, cogliesse l'occasione per mettere in mostra il suo pensiero di democrazia, imbrattando muri, incitando all'odio e alla violenza contro Forza Nuova e il suo segretario nazionale Roberto Fiore.

Continua a leggere

Petrolio, prezzo WTI in ribasso: occhio a questi 3 rapporti

ArticleImage La quotazione del petrolio è spinta in alto dalla domanda che resta sempre su livelli molto alti. Per quanto riguarda i prezzi, se il Brent si è assestato da giorni intorno ai 69 dollari, il Wti si è assestato sui 63 dollari al barile. Ad incidere sul trend è la generalizzata ripresa economica, con uno scenario economico globale molto migliorato tanto negli Usa quanto nei Paesi Ue. Come sottolinea il sito comefaretradingonline i mercati emergenti, rimasti a lungo tempo sotto pressione sono ormai anch'essi in evidente ripresa.

Continua a leggere

Formazione aziendale, Bruno Scuotto (Fondimpresa): "serve meno burocrazia e una nuova stagione di politiche attive del lavoro che faccia perno sul protagonismo delle parti sociali"

ArticleImage Al nuovo Governo va chiesto un piano straordinario di formazione e di ridurre i vincoli che appesantiscono l'accesso ai finanziamenti, per offrire nuove opportunità a giovani e lavoratori ed uscire dal paradosso del mismatch tra competenze disponibili e fabbisogni delle imprese. E' la proposta lanciata dal Presidente Fondimpresa, Bruno Scuotto, durante l'Assise Confindustria in corso a Verona. Da uno dei sei tavoli dedicati agli asset strategici dello sviluppo, il numero uno del Fondo interprofessionale di Confindustria Cgil Cisl e Uil esorta a ingranare una marcia in più per coprire i tanti ruoli cui è chiamata la formazione nell'era digitale.

Continua a leggere

Banche, Bankitalia: -10,4% sofferenze a dicembre, +4,4% depositi, +1,9% prestiti imprese dicembre su anno, +2,8% a famiglie, tassi mutui abitazioni in calo al 2,27% a dicembre

ArticleImage Radiocor Il Sole 24 Ore per VicenzaPiu.com. A dicembre le sofferenze del settore bancario sono diminuite del 10,4 per cento su base annua (erano diminuite del 6,4 per cento nel mese precedente). Lo comunica la Banca d'Italia nella pubblicazione "Banche e moneta: serie nazionali". I depositi del settore privato sono aumentati del 4,4 per cento su base annua (4,6 per cento in novembre); la raccolta obbligazionaria e' diminuita del 16,1 per cento (-16,3 per cento nel mese precedente). A dicembre i prestiti delle banche al settore privato, corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, sono cresciuti dell'1,9 per cento su base annua (1,4 per cento in novembre).

Continua a leggere

Crisi Ideal Standard, Calenda: Salvini mai lavorato fuori da politica, 162 tavoli di crisi attivi al Mise di cui 78 chiusi salvando 98.000 posti di lavoro

ArticleImage Radiocor per VicenzaPiu.com. Al Mise abbiamo 162 tavoli di crisi attivi e negli ultimi 18 mesi ne abbiamo chiusi 73 salvaguardando 98.000 posti di lavoro. Si tratta di un lavoro serio e complesso portato avanti da un gruppo di professionisti qualificato e di grande esperienza. Un concetto estraneo a Matteo Salvini che non ha mai lavorato un giorno fuori dalla politica e che e' uno dei recordman per assenze del Parlamento europeo dove pure riceve un lauto stipendio di 20.000 euro al mese". Lo afferma in una nota il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda.

Continua a leggere

Il grande affare di Intesa Sanpaolo: utile 2017 a 7,3 mld, ma a "solo" 3,8 senza contributo cash dello Stato per BPVi e Veneto Banca

ArticleImage Radiocor Il Sole 24 Ore per VicenzaPiu.com. Intesa Sanpaolo ha chiuso il 2017 con un utile netto contabile di 7,3 miliardi a fronte dei 3,1 miliardi del 2016. L'utile e' pari a 3,8 miliardi escludendo il contributo pubblico cash da 3,5 miliardi a compensazione degli impatti sui coefficienti patrimoniali derivanti dall'acquisizione degli asset della Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca. L'utile e' a 4,45 miliardi escludendo anche i tributi e gli altri oneri al sistema bancario. Intesa sottolinea che con i risultati 2017 e' stato 'realizzato il piano di impresa 2014-2017, creando valore per tutti gli stakeholder con oltre 250 miliardi di contributo all'economia nei 4 anni.

Continua a leggere

Commissione Banche, Casini: vigilanza non efficace e sanzioni tardive, ladri e truffatori hanno approfittato della crisi

ArticleImage Il Sole 24 Ore Radiocor Plusper VicenzaPiu.com. La Commissione d'inchiesta sulle banche secondo il presidente Pier Ferdinando Casini chiude i lavori dopo aver messo in luce che "non c'e' stata l'auspicata efficacia nell'attivita' dei controllori; la vigilanza non si e' dimostrata del tutto efficace: tempi troppo lunghi per i controlli, poteri sanzionatori tardivi e impotenti di fronte a comportamenti dolosi". Inoltre "non c'e' stata la fluidita' necessaria e debolezze nella collaborazione tra le Autorità" afferma nella conferenza stampa a conclusione dei lavori con un riferimento a Banca d'Italia e Consob

Continua a leggere

Commissione banche: 'fumata nera ' sulla relazione unitaria. LeU: "relazione non entra nel merito, presenta reticenze"

ArticleImage Il Sole 25 Ore Radiocor Plus per VicenzaPiu.com. Fumata nera in Commissione d'inchiesta sulle banche per arrivare a una relazione finale unitaria. Al termine dell'ufficio di presidenza presieduto da Pier Ferdinando Casini si e' constatato che il tentativo di approvazione di una relazione unitaria "non incontra l'ampia convergenza tra i Gruppi che era richiesta". Casini ha quindi nominato come relatore il vice presidente Mauro Maria Marino, che presentera' la sua relazione alle 12. Nel frattempo altri Gruppi parlamentari come M5S, Forza Italia, Leu, si legge in una nota, stanno facendo pervenire alla Commissione i loro testi.

Continua a leggere

Intesa Sanpaolo, Gros-Pietro: non spetta a noi risarcire azionisti BPVi e Veneto Banca

ArticleImage Il Sole 24 Ore Radiocor Plus per VicenzaPiu.com. Intesa Sanpaolo non e' preoccupata dal possibile coinvolgimento nei procedimenti giudiziari sulle ex banche venete dopo che il Gup di Roma ha autorizzato la citazione dell'istituto come responsabile civile nel procedimento relativo a Veneto Banca. "Assolutamente no - ha sottolineato il presidente Gian Maria Gros-Pietro -. Noi non abbiamo acquistato le banche venete, ma solo alcuni asset delle banche venete, come avviene in caso di fallimento o di liquidazione". "Siamo assolutamente fiduciosi che nelle sedi adeguate questi tentativi" di citazione "verranno respinti". "E' comprensibile che chi ha perso i propri soldi cerchi di riaverli, ma quello che non e' comprensibile e' che coloro che erano azionisti delle banche venete chiedano di essere risarciti dagli azionisti di Intesa Sanpaolo", ha concluso.

Continua a leggere
<| |>

Speciale ViPiù

ViPiù Top News
Gli altri siti del nostro network
Commenti degli utenti

Giovedi 1 Febbraio alle 18:15 da zenocarino
In Dazi, Salvini come Trump. Fracasso: "Per il Veneto vorrebbe dire meno posti di lavoro"

Giovedi 1 Febbraio alle 18:00 da zenocarino
In Dazi, Salvini come Trump. Fracasso: "Per il Veneto vorrebbe dire meno posti di lavoro"

Domenica 24 Dicembre 2017 alle 09:26 da Kaiser
In Fondo immobiliare voluto da Variati bocciato anche da Ragioniere Capo del Comune di Vicenza, Liliana Zaltron per M5S: "non è un'occasione persa, altre le proposte da fare"

Giovedi 14 Dicembre 2017 alle 20:41 da Barbara77
In Gianni Zonin fa così tanta scena muta in commissione d'inchiesta sulle banche che Casini prova a fare il suo ventriloquo

Giovedi 14 Dicembre 2017 alle 14:25 da Lucia
In La lettera di una socia di Veneto Banca per accelerare il "ristoro" ai risparmiatori truffati dalle banche venete
Leggendo la lettera di Flavia mi è venuto tornato alla mente l'articolo 47 della Costituzione, nel passaggio dove recita:

"La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme...".

Purtroppo, come molte altre volte succede in questo Bel Paese mal gestito, avviene il contrario.
La vicenda delle banche venete è purtroppo nota e non stanno nemmeno più in piedi gli alibi che vogliono colpevolizzare i soci ("se la sono cercata loro perché sapevano che era rischioso ... volevano fare gli squali e adesso piangono miseria ...") perché è stato dimostrato che non è così; il prezzo delle azioni è stato taroccato ed è una truffa bella e buona che le banche hanno fatto ai loro sottoscrittori.
Raggirati da funzionari bancari senza coscienza pilotati a loro volta dai direttori senza scrupoli, che sapevano benissimo di vendere azioni fuffa ... ma l'importante è vendere e far carriera (no?).
E via col valzer delle scuse del tipo "siamo una banca solida ... non abbiamo problemi etc".
Mentre si tentava di coprire la voragine bancaria con un fazzolettino di carta, Consob e Banca d'Italia si giravano dall'altra parte per non vedere.
Il finale vede trionfare le banche che hanno fatto lo "sforzo" di avere solo la parte sana.
Come se non bastasse, i funzionari "lupi" delle due banche si sono travestiti da "agnelloni" di Intesa San Paolo, e probabilmente continueranno a perdere il pelo ma non il vizio.
Tutto apposto dunque. No?
Direi che alla luce di questo non faccio fatica a credere alla lettrice quando dice "credere nella Giustizia è diventato molto, molto difficile, quasi impossibile". E' e rimane impossibile, cara Flavia.
Molto probabilmente in un altro Paese più civile la cosa avrebbe preso una piega diversa, a favore dei risparmiatori (penso ad es. alle class action, che da noi sono solo di facciata).

Credo purtroppo, cara Flavia, che la lettera inviata ai politici cada nel nulla.
Per il semplice motivo che se qualcuno avesse voluto davvero fare qualcosa PRIMA, l'avrebbe fatto.
Ora è troppo tardi. Ed è persino patetico che i politici si proclamino adesso paladini dei risparmiatori, a babbo morto.

Mi spiace infonderle amarezza Flavia, ma mi dica forse se non ne ho motivo.

Con augurio di poter essere smentito.
Meteo regionale
Meteo Veneto