Lettori in diretta | Quotidiano | Categorie: Banche

Tasse di successione pagate su valori alti e ora azzerati della BPVi: ci chiede cosa fare una lettrice su [email protected]

Di Risposte agli azionisti Giovedi 22 Settembre 2016 alle 14:28 | 0 commenti

ArticleImage

Qui pubblichiamo le lettere (tutte firmate ma di cui assicuriamo l'anonimato pubblicando solo le iniziali salvo diverse richieste esplicite) e proviamo a dare qualche risposta, con l'aiuto di qualche esperto, e qualche consiglio ai soci della Banca Popolare di Vicenza che ci scrivono soprattutto utilizzando l'indirizzo mail [email protected] a loro dedicato con la premessa che un loro contatto diretto con un legale o con una delle associazioni a loro tutela è la via maestra per verifiche legali di quello che riportiamo.

Buon giorno direttore, leggo tutti i giorni il quotidiano online e la ringrazio non solo per la trasparenza con la quale informa i lettori, ma anche perché grazie al suo giornale riesco a rimanere informata sulle vicende vicentine ovunque io mi trovi. Sulla questione azioni la mia posizione è quella di una piccola azionista che si è trovata tale per successione.

Nel 2012, infatti, ho ereditato le azioni di mia mamma. Diventata cliente BPVi il consiglio dato dai consulenti è stato quello di non vendere (e quindi ho utilizzato tutti i miei risparmi accantonati in altra banca e accumulati anche grazie alla eredità di mio papà per pagare le tasse di successione).
Sono riuscita a vendere circa metà delle azioni perché avevo bisogno di cambiare auto ma ho dovuto lasciare in banca 250 azioni "per usufruire dei vantaggi riservati agli azionisti". Grazie a Dio non ho investito nulla nonostante le pressioni della campagna acquisti del 2014....
Ora mi chiedo: su quelle azioni io ho pagato, nel 2012, le tasse di successione per il valore che avevano allora le stesse azioni. Ci si può fare qualcosa?
E poi mi chiedo: avendole ricevute per successione è come se fossero nuovi acquisti (e quindi sopravvalutati) oppure hanno il valore dell'acquisto fatto da mia mamma ovvero da mio nonno (dato che a memoria ricordo che quelle stesse azioni fossero state già oggetto di successione)?

La ringrazio per quanto saprà rispondermi.

E. M.

 

Gent.ma E. M., mi scusi, intanto per il ritard nella risposta ma, per farmi apprezzare da lei e non solo, sto continuando a cercare e documentare malefatte... Grazie ovviamente per gli apprezzamenti sperando che lei si sia anche abbonata, è il nostro modo di finanziarci rimanendo INDIPENDENTI... Comunque le rispondo su ciò che mi ha chiesto, anche se le consiglio di verificare sempre presso una buona associazione o presso un legale soprattutto sulla questione delle 250 azioni "rimaste" in BPVi.

Su tasse pagate e su valori nulla può fare perché, le faccio un esempio, se io acquisto un'auto a 10.000 euro e poi la lascio a lei questo non è un nuovo acquisto.
Ma sul quantum delle tasse verifichi se era stato fatto il cosiddetto "affrancamento" e a che valore.
Non penso abbia spazi ma verifichi.
A presto sperando di esserle stato utile

Giovanni Coviello 


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

Lunedi 2 Ottobre alle 07:05 da kairos
In Sorato in BPVi faceva tutto all'insaputa di Gianni Zonin che, anche, nella Fondazione Roi faceva tutto all'insaputa di Achille Variati che in Comune, Provincia, Upi, Cdp... Solo la discontinuità salverà Vicenza!

Venerdi 15 Settembre alle 00:11 da zenocarino
In Processo Mose: Altero Mattioli condannato a 4 anni, assolti Lia Sartori e Giorgio Orsoni. Forza Italia difende Mattioli, M5S boccia la sentenza "soft" e le grandi opere... d'affari
Gli altri siti del nostro network