Politica

Quotidiano | Inchieste | Categorie: Banche, Politica, Economia&Aziende

A breve i nomi e i dubbi di VicenzaPiù sui debitori insolventi con BPVi, ora i dettagli del CorSera sui i primi 30 nomi rivelati dal Tg di La7: il Baronio di Don Paolo con 11 milioni tra "beneficiati" insieme a patron Zamparini

Pubblicato il 21 gennaio alle 1.47, aggiornato alle 12.00. In passato VicenzaPiù si è occupata più volte di molti debitori della Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca fortemente esposti con le due ora ex Popolari ma non ha avuto risposte se non parziali e generiche dai due Istituti, per cui ci riproponiamo di tornare in dettaglio e a breve sulle varie operazioni a rischio e su una serie di dubbi che le circondano. In tempi più recenti, comunque, è scoppiata la richiesta... popolare di conoscere i nomi dei grandi debitori insolventi con le varie banche italiane, quelli per intenderci che hanno beneficiato dei soldi arrivati nelle loro tasche facendoli "sparire" da quelle dei soci risparmiatori per i conseguenti buchi nei bilanci e l'inevitabile azzeramento di valore delle loro azioni. Questi buchi, che si sono accentuati anche per altri investimenti sbagliati dei Gianni Zonin di turno, per spese pazze di gestione e per strutture sovradimensionate, sono nati di sicuro dalla malagestio dei cda e dei dirigenti che hanno prestato soldi non loro a clienti inaffidabili.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Economia&Aziende, Politica, Banche

Banche venete, parte l’azione di tutela del M5S per i truffati: “mentre noi agiamo da Zaia solo chiacchiere”

ArticleImage Riceviamo da Movimento 5 Stelle Veneto e pubblichiamo

Luca Zaia annuncia e stanzia, il Movimento 5 Stelle agisce: da una parte c'è - solo sulla carta - il milione di euro che la Regione promette ai truffati delle banche, dall'altra il taglio degli stipendi dei consiglieri regionali M5S che permetterà il ricorso alla Corte Europea dei diritti dell'uomo per tutelare chi è finito nel tritacarne delle popolari venete. A lanciare la durissima accusa è Jacopo Berti, capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio regionale veneto, che ha formalizzato un'interrogazione sull'argomento: nel documento si chiede alla giunta veneta quali saranno i tempi per l'erogazione dei fondi, sia per l'assistenza psico-sociale che per quella legale, che i danneggiati delle banche popolari venete attendono ormai oltre un anno.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Fatti, Politica, Economia&Aziende

Comuni "aggregati" a Confindustria Vicenza a pagamento: Grumolo e Creazzo "spiegano", Montecchio Maggiore e Bressanvido no

ArticleImage

Il sistema politico imprenditoriale ha toccato il fondo da cui risollevarsi? Amen

«Confindustria Vicenza conta più di 2.000 imprese associate (comprese le aggregate estere), per un totale di oltre 82.000 addetti»: così si legge sul "chi siamo" del sito degli industriali di Vicenza. Con questa premessa appare sorprendente annoverare tra chi è iscritto e versa una quota annuale una serie di Comuni del Vicentino. Noi nell'elenco, letto rapidamente, abbiamo trovato quelli di Montecchio Maggiore, Bressanvido, Grumolo delle Abbadesse e Creazzo e a loro, nelle persone dei relativi sindaci e dei segretari comunali in carica, il 16 dicembre 2016 abbiamo inviato via Pec una richiesta in cui chiedevamo di «sapere per quale ragione tecnica o di altro tipo e a quale costo il suo comune sia iscritto a Confindustria Vicenza». Nessuna risposta, solleciti vari ma l'ultimo, inviato il 7 gennaio, ha sortito l'effetto finale di farci ricevere le cortesi risposte di due dei "comuni confindustriali", Grumolo delle Abbadesse e Creazzo, e di confermarci i silenzi, perchè?, di Montecchio Maggiore e Bressanvido.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica, Sindacati

Arrivano 'giurie' per pagelle a statali. C'è decreto Madia, paletti per entrare in organismi valutazione

ArticleImage (ANSA) - ROMA, 15 GEN - Nuove regole per gli organismi indipendenti di valutazione delle performance, le cellule 'giudicatrici', garanti delle 'pagelle' degli statali e a cui spetta di mettere il voto agli alti dirigenti della Pubblica Amministrazione. D'ora in poi le amministrazioni non potranno più pescare dove vogliono i membri degli organismi di valutazione (detti Oiv), ma dovranno attingere da un apposito albo: un elenco nazionale di cui si fa carico il dipartimento della Funzione pubblica, che ha già pronta una piattaforma online ad hoc. Gli Oiv già esistevano ma ora si cambia e a mettere i paletti, al fine di raggiungere una maggiore indipendenza ed efficacia di valutazione, è un decreto ministeriale, firmato dalla titolare della P.a, Marianna Madia. Oltre all'elenco, vengono alzati i requisiti di integrità e professionalità: niente condanne o sanzioni disciplinari che vanno oltre la censura, necessarie la laurea vecchio ordinamento o specialistica e un'esperienza di almeno cinque anni.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica

Aggregazione AIM-AGSM, Rucco: condivisibile e positivo il percorso avviato

ArticleImage Francesco Rucco, Idea Vicenza

Nella giornata odierna il Sindaco Variati ed il Sindaco di Verona Tosi hanno annunciato l’avvio del percorso di aggregazione tra le due aziende multiutility AIM Vicenza Spa e AGSM  Verona Spa. Riteniamo condivisibile e positivo il percorso avviato tra le due importanti realtà industriali venete. Tale decisione lascia pensare che le sollecitazioni politiche verso il colosso Hera siano state abbandonate a favore di una scelta locale e territoriale che abbiamo sempre auspicato in questi anni; cosi avremmo auspicato anche per la Fiera di Vicenza, ma purtroppo in quel caso non siamo stati ascoltati.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica, Economia&Aziende

Bankitalia: debito sale a 2229 miliardi crescendo di 5,6 miliardi per aumento fabbisogno

ArticleImage (ANSA) - ROMA, 13 GEN - Continua la crescita del debito pubblico. A novembre, secondo quanto informa la Banca d'Italia, è stato pari a 2.229,4 miliardi, in aumento di 5,6 miliardi rispetto al mese precedente quando era tornato a salire dopo la pausa di settembre. L'incremento, spiega l'istituto centrale, è dovuto al fabbisogno mensile delle amministrazioni pubbliche (7,1 miliardi), parzialmente compensato dalla diminuzione delle disponibilità liquide del Tesoro (per 1,6 miliardi, a 46,1 miliardi. Erano pari a 74,4 miliardi alla fine di novembre del 2015).

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica, Banche

Finco (LN) “Popolari Venete: proposta di rimborso assomiglia tanto ad un ricatto"

ArticleImage "Mi metto nei panni dei risparmiatori truffati e rispetterò la scelta di chi deciderà di accettare il rimborso proposto dai vertici delle Popolari Venete; per chi ha perso tutto, infatti, la possibilità di rientrare, almeno parzialmente, dalle perdite rappresenta una boccata d'ossigeno importante. Da amministratore regionale, tuttavia, non posso esimermi dal biasimare una proposta che assomiglia tanto ad un ricatto". Lo afferma in una nota Nicola Finco, capogruppo della Lega Nord in Consiglio regionale, che commenta la proposta di rimborso avanzata da Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca, sottolineando come "abbiano messo i risparmiatori con le spalle al muro: riprendersi pochi, anzi pochissimi soldi e rinunciare definitivamente alla via processuale. Dovrebbero invece pensare ad inchiodare di fronte alle proprie responsabilità, anche in termini economici, gli ex amministratori".

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica, Fatti

Bilancio, Cavalieri: "Nessun aumento delle tasse comunali"

ArticleImage Nell'approvare i contenuti degli schemi di bilancio già presentati nelle scorse settimane, la giunta ha confermato per il 2017 tutte le aliquote sulle imposte comunali del 2016, non solo in relazione a quanto previsto dalla legge, ma anche per una precisa e pluriennale volontà di non coprire le difficoltà di bilancio con un aumento delle tasse.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica, Economia&Aziende

Crac fondi Poste e le leggerezze del sindaco: Achille Variati non risponde su Investire Sgr mentre Codacons minaccia azioni risarcitorie

ArticleImage

Achille Variati, sindaco oltre che presidente della Provincia di Vicenza e presidente dell'Upi oltre che membro del Cda di Cassa Depositi e Prestiti, ancora non risponde alle nostre domande su Investire Sgr, gestore di due dei quattro fondi immobiari (e cioè Invest Real Security e Obelisco) che hanno causato un crac da 850 milioni per gli investitori/risparmiatori che li hanno sottoscritti tramite gli sportelli di Poste Italiane ma incaricato dalla sua Giunta di studiare una "operazione di valorizzazione" dei poco vendibili edifici comunali in centro città con evidente implicito rischio per i sottoscrittori di futuri fondi che li avessero ad oggetto, ma utilizza i megafoni e i ripetitori locali per eludere la sua, a dir poco, scarsa attenzione. Ma a confermare la serietà del problema arriva Codacons che invita gli investitori che hanno acquistato quei fondi immobiliari a rivolgersi all'associazione per tutelare i propri risparmi (nella foto Achille Variati con Antonio Dalla Pozza il gennaio quando annuncia l'operazione Investire Sgr, ndr).

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica

Verso tavolo su blocco decreti P.a il 19. Si cerca intesa Regioni su testi colpiti da sentenza Consulta

ArticleImage (ANSA) - ROMA, 08 GEN - Giovedì 19 gennaio è in programma la Conferenza Stato - Regioni e per il governo potrebbe rappresentare già l'occasione giusta per mettere sul tavolo i decreti Madia, attuativi della riforma, colpiti dalla sentenza della Corte Costituzionale. Per sbloccare i testi sulla razionalizzazione delle partecipate, il riordino della dirigenza medica e i licenziamenti lampo per i 'furbetti del cartellino' l'esecutivo ha bisogno dell'intesa con le Regioni. La pronuncia della Consulta ha, infatti, decretato che il parere non basta. Il ministero della P.a. ha lavorato a livello informale sin dall'inizio per individuare una soluzione e ci sono ancora una decina di giorni prima dell'appuntamento nel calendario della Conferenza. Probabilmente si tratterà dell'avvio di un percorso: occorrerà vedere se i testi vanno bene così come sono o se sono necessarie modifiche per intercettare il consenso di tutte le Regioni. Posto che dopo 60 giorni, se l'unanimità non si trovasse, si potrebbe anche andare avanti a maggioranza.

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti

ieri alle 18:58 da TamaniPia
In Transazione e "Situation room" BPVi, Marcello Poli spiega come funziona ai 94.000 soci invitati ad aderire: "la trasparenza è indispensabile a ricostruire la fiducia"

Giovedi 19 Gennaio alle 18:12 da Kaiser
In Musei civici di Vicenza, il bilancio del 2016

Giovedi 19 Gennaio alle 17:58 da Kaiser
In Banche venete, parte l’azione di tutela del M5S per i truffati: “mentre noi agiamo da Zaia solo chiacchiere”

Giovedi 19 Gennaio alle 15:58 da Kaiser
In Valutati positivamente dalla Commissione Europea gli aiuti di Stato presentati da BPVi e Veneto Banca

Giovedi 19 Gennaio alle 07:56 da Kaiser
In BPVi, Gianni Mion e Fabrizio Viola riportano i prestigiosi quadri a Prato. Cambio di rotta rispetto a Gianni Zonin: “aveva forse qualche ambizione napoleonica”
Gli altri siti del nostro network