Quotidiano | Categorie: Politica, Fatti

Subito reazioni positive di Luca Zaia e della sen. Laura Puppato (PD) alle dichiarazioni di Carlo Messina oggi 10 ottobre a Vicenza

Di Note ufficiali Martedi 10 Ottobre alle 19:16 | 0 commenti

ArticleImage

"Un intervento di cui mi congratulo, prima di tutto per il suo importante significato sociale. E' estremamente positivo che con questo primo intervento Intesa San Paolo destini cento milioni a trentamila mila famiglie, l'anello più debole dei soci-azionisti". Lo ha detto Il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commentando l'annuncio del consigliere delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, di un intervento da 100 milioni di euro di Intesa a favore degli ex azionisti delle banche venete.

"Bene ha fatto Carlo Messina - aggiunge il Governatore - a porre l'accento e l'attenzione della Banca sulle persone che non erano e non sono investitori professionali o speculatori, ma gente che aveva riposto su quelle azioni le sue speranze per il futuro e i suoi risparmi. Cominciare da loro con i risarcimenti - aggiunge - è un segnale di speranza. La ferita sul territorio è grande e tale rimane - conclude il Presidente del Veneto - assieme alla necessità di riorganizzare il prima possibile l'intero sistema".

Anche la sen. Laura Puppato del Partito democratico commenta positivamente l'intervento odierno di Caro Messina: "Un'ottima notizia che premia l'immenso lavoro fatto in questi mesi dai parlamentari del Pd anche grazie all'approvazione di ordini del giorno che hanno inteso salvaguardare i tanti, troppi risparmiatori vittime di misseling e quindi frodati perché inconsapevoli del rischio sotteso all'acquisto di azioni non quotate o perché privati di ogni loro risparmio."

"Un primo, davvero generoso passo in tal senso è stato compiuto oggi da Banca Intesa, che fortemente sollecitata a contribuire a risanare le famiglie più colpite ma anche convinta che la fiducia di un intero territorio rinasca grazie anche a gesti di questo valore, ha voluto immediatamente attivare un fondo di ben 100 milioni di euro destinati ai soggetti più esposti - ha continuato la senatrice, prima firmataria di un ODG in tal senso - non è la commissione di conciliazione ma è una parte del fondo che contribuirà a rasserenare gli animi e certamente renderà plasticamente evidente e indiscutibile che non stavamo affatto scherzando ne' millantavamo quando con il governo e i colleghi senatori ci esprimavamo in senso positivo e ottimistico".

"Non è esaustivo questo fondo delle tante richieste giacenti - chiosa la senatrice - ma la nostra volontà non è mai stata, come qualcuno ha fatto credere, quella di risarcire i milionari accantonamenti in azioni e quindi oggi per noi e per molti risparmiatori truffati è una giornata positiva di riacquisto della fiducia nella politica e nel sistema finanziario capace di giustizia e generosità".

 


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

Giovedi 14 Dicembre alle 20:41 da Barbara77
In Gianni Zonin fa così tanta scena muta in commissione d'inchiesta sulle banche che Casini prova a fare il suo ventriloquo

Giovedi 14 Dicembre alle 14:25 da Lucia
In La lettera di una socia di Veneto Banca per accelerare il "ristoro" ai risparmiatori truffati dalle banche venete
Leggendo la lettera di Flavia mi è venuto tornato alla mente l'articolo 47 della Costituzione, nel passaggio dove recita:

"La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme...".

Purtroppo, come molte altre volte succede in questo Bel Paese mal gestito, avviene il contrario.
La vicenda delle banche venete è purtroppo nota e non stanno nemmeno più in piedi gli alibi che vogliono colpevolizzare i soci ("se la sono cercata loro perché sapevano che era rischioso ... volevano fare gli squali e adesso piangono miseria ...") perché è stato dimostrato che non è così; il prezzo delle azioni è stato taroccato ed è una truffa bella e buona che le banche hanno fatto ai loro sottoscrittori.
Raggirati da funzionari bancari senza coscienza pilotati a loro volta dai direttori senza scrupoli, che sapevano benissimo di vendere azioni fuffa ... ma l'importante è vendere e far carriera (no?).
E via col valzer delle scuse del tipo "siamo una banca solida ... non abbiamo problemi etc".
Mentre si tentava di coprire la voragine bancaria con un fazzolettino di carta, Consob e Banca d'Italia si giravano dall'altra parte per non vedere.
Il finale vede trionfare le banche che hanno fatto lo "sforzo" di avere solo la parte sana.
Come se non bastasse, i funzionari "lupi" delle due banche si sono travestiti da "agnelloni" di Intesa San Paolo, e probabilmente continueranno a perdere il pelo ma non il vizio.
Tutto apposto dunque. No?
Direi che alla luce di questo non faccio fatica a credere alla lettrice quando dice "credere nella Giustizia è diventato molto, molto difficile, quasi impossibile". E' e rimane impossibile, cara Flavia.
Molto probabilmente in un altro Paese più civile la cosa avrebbe preso una piega diversa, a favore dei risparmiatori (penso ad es. alle class action, che da noi sono solo di facciata).

Credo purtroppo, cara Flavia, che la lettera inviata ai politici cada nel nulla.
Per il semplice motivo che se qualcuno avesse voluto davvero fare qualcosa PRIMA, l'avrebbe fatto.
Ora è troppo tardi. Ed è persino patetico che i politici si proclamino adesso paladini dei risparmiatori, a babbo morto.

Mi spiace infonderle amarezza Flavia, ma mi dica forse se non ne ho motivo.

Con augurio di poter essere smentito.

Lunedi 11 Dicembre alle 17:13 da Kaiser
In Migrazione dei clienti ex BPVi e Veneto Banca in Intesa Sanpaolo procede regolarmente per 1,5 milioni di conti correnti. Completata la chiusura di 118 filiali

Mercoledi 22 Novembre alle 11:49 da ANNUSCA
In Fondo per soci vittime di BPVi e Veneto Banca, il testo dell'emendamento proposto da Giorgio Santini con Laura Puppato ed altri e il commento positivo della senatrice trevigiana
Gli altri siti del nostro network